arenas cavalca ancora Arenas cavalca ancora EdJiml XoAAN9 b 620x330
Arenas cavalca ancora

Arenas cavalca ancora

Arenas cavalca ancora

Arenas cavalca ancora – 19.07.2020 – Gran Premio Red Bull de España – Al via il secondo GP della stagione per la Moto3 valida per il Motomondiale 2020. Dopo il lontano GP del Qatar il primo weekend di marzo, si riprende con il GP di Spagna sul Circuito di Jerez de la Frontera nella regione dell’Andalusia, che ci offre 4.400 metri di asfalto, 5 curve a sinistra e 8 a destra, più un piccolo rettilineo di soli 607 metri disposto sulla griglia di partenza. Giornata di caldo desertico, la gara è asciutta, ci sono 27 gradi nell’aria e 34 gradi sull’asfalto, sulla pista ci sono 31 piloti di diverse nazionalità.

E si ricomincia con le volate ed è spettacolo !

La Pole Position al sabato viene vinta a sorpresa da Tatsuki Suzuki su Honda con il tempo di 1.45.465”, al secondo posto in griglia si piazza Andrea Migno su Ktm con un ritardo di 0.195”, mentre il terzo posto con John McPhee su Ktm con un ritardo di 0.307”. Seguono Raul Fernandez su Ktm, Celestino Vietti su Ktm, Jeremy Alcoba su Honda e Albert Arenas su Honda.

La Gara. Semaforo velocissimo, subito insieme, a curva 1 tiene Tatsuki Suzuki su Honda, dietro subito incidente tra Dennis Foggia su Honda e Carlos Tatay su Ktm che prende in pieno in nostro pilota senza colpa, allunga Suzuki, dietro Migno col gruppone, Raul Fernandez su Ktm, Albert Arenas su Honda, Celestino Vietti su Ktm, Jeremy Alcoba su Honda, Tony Arbolino su Honda, John McPhee su Ktm, Romano Fenati su Husqvarna, Ai Ogura su Honda e Gabriel Rodrigo su Honda. Tea i 15 Antonelli e Nepa, più indietro gli altri. Ma è un primo giro di sorpassi e le posizioni variano fin da subito, anche se Suzuki tira le fila. Giro 2 sono tutti insieme e Migno se ne sta al secondo posto a combattere con Vietti, Fernandez, Arenas e tutto il gruppone compatto a ventaglio, dietro un velocissimo Arbolino sale fino alla 9° posizione e si trova nel gruppo per la vittoria. Giro successivo in testa ci va Vietti con Migno e Fernandez, seguiti da Arenas, Suzuki, Alcoba e Arbolino, ma la Moto3 è sorpassi, sportellate e cambi di posizione ad ogni curva di ogni giro. Giro 7 in testa c’è ancora un velocissimo Vietti seguito da Arenas, Arbolino, Alcoba, Migno, Fernandez, Rodrigo, McPhee e tutto il gruppone con Suzuki in 10° posizione, 11° Fenati e 15° Antonelli. La battaglia per il primo posto è sempre più incognita e in ogni curva si gira in 4/5 piloti insieme a ventaglio e da primo sei ultimmo in pochi metri.

Giro 11 – metà gara – entra per primo a curva 1 in testa Areans, poi Darryn Binder su Ktm, McPhee, Arbolino, Alcoba, Fernandez, Migno, Suzuki e sempre tutti attaccati moto su moto. dieci giri al termine e al comando c’è  ancora Arenas ,seguito da Arbolino, McPhee e Binder, poi Vietti, Suzuki, Rodrigo e Antonelli, Migno e Alcoba. Giro 15 il gruppo di testa resta con 12 piloti tutti possibili vincitori, ma a tirare il gruppo c’è sempre Arenas, poi Binder, Arbolino, Vitti, MccPhee, Ogura, Rodrigo, Suzuki, Migno, Antonelli, Alcoba e Fernandez che però sembra più lento. Il podio si giocherà tra questi 11 e non sono pochi. Giro 19 le scie e i sorpassi favoriscono McPhee, ma gli italiani ci sono, al secondo posto c’è Arbolino, poi Vietti, poi Binder (col warning per track limit), Arenas, Ogura, Suzuki, Migno, Rodrigo, Fernandez e Antonelli, ma arriva il waning per track limit anche per Vietti. Al giro successivo arriva anche il long lap penalty per Alcoba che non ha più speranze di podio. Giro 20 uno sull’altro e in testa c’è il nostro Arbolino, ma le carenate ci fanno perdere un protagonista, alla 9 scivola Binder e restano in 10. Ultimo giro entra per primo McPhee, poi Arbolino, Arenas, Ogura, Vitti, Migno, Fernandez, Rodrigo, Suzuki e Antonelli. L’ultimo giro è un tormento ad ogni curva c’è un leader diverso, ma Arbolino è sempre davanti, tutti a ventaglio e si infila Arenas, si toccano in tanti, finisce a terra McPhee alla 13 dopo un contatto con Vietti e Arbolino, arrivano tutti in volata con Arenas, Ogura e Arbolino.

I 22 giri previsti finiscono con la vittoria di Albert Arenas su Ktm, al secondo posto Ai Ogura su Honda e al terzo posto Tony Arbolino su Honda.

1. Albert Arenas  SPA Honda  39.26.256”
2. Ai Ogura JPN Honda + 0.340”
3. Tony Arbolino ITA Honda + 0.369”

 

Gli altri italiani si piazzano :

4. Andrea Migno KTM
5. Celestino Vietti KTM
9. Niccolò Antonelli Honda
12. Stefano Nepa KTM
13. Romano Fenati Husqvarna
23. Stefano Pizzoli KTM
Out. Riccardo Rossi KTM
Out. Dennis Foggia Honda

Il giro veloce è stato il numero 2 di Sergio Garcia su Honda con il tempo di 1.46.165” e una velocità di 149.9 km/h di media.

 

Ecco la classifica aggiornata : QUI

Consulta il calendario 2020 : QUI

 

Prossimo appuntamento con la Moto 3 sarà nel weekend del 26 luglio ancora sul Circuito di Jerez de la Fronteira per il secondo Gp previsto e che si chiamerà Gp di Andalucia.

 

 

Foto twitter.com

Ileana Valente

fotografo, articolista, seo, copywriter, editor