Double Rea

DOUBLE REA

DOUBLE REA

Double Rea – Pirelli Riviera di Rimini Round – Misano World Circuit “Marco Simoncelli” – 18-19.06.2016.  Al via l’ottavo round della stagione del Campionato Mondiale di Superbike 2016. Il Circuito Marco Simoncelli si trova a Misano Adriatico in provincia di Rimini. La pista è lunga 4.226 metri con 16 curve di cui 6 verso sinistra e 10 verso destra e un rettilineo di partenza/arrivo di 510 metri. Sono 24 i piloti al via.

La Superpole di sabato mattina viene vinta dal solito pole-man Tom Sykes su Kawasaki, con il tempo di 1’34.037”, si garantisce anche la sua quinta pole consecutiva sul circuito di Misano. Al secondo posto si piazza il compagno di squadra Johnatan Rea su Kawasaki con un ritardo di 0.220”, al terzo posto in griglia si classifica Xavi Fores su Ducati con un ritardo di 0.586”. Attardate le Ducati che partiranno con Davide Giugliano dalla settima posizione e Chaz Davies che partirà dalla nona posizione.

Gara 2. Giornata molto più fresca rispetto alle alte temperature di ieri, moto con gommature diverse e un po’ di vento a dare fastidio. In partenza è Johnatan Rea su Kawasaki ad entrare nella prima curva, insieme a Alex Lowes su Yamaha e Tom Sykes con l’altra Kawasaki. Ma Sykes non ci sta e dopo un paio di curve passa sia Lowes che Rea, mentre nelle posizioni del gruppo a seguire vola in terra Markus Reiterberger. Dietro i primi tre ci sono Xavi Fores su Ducati, Davide Giugliano su Ducati, Michael Van Der Mark su Honda e l’altra Ducati di Chaz Davies, che nelle retrovie deve assolutamente recuperare. Il giro numero 1 vede Giugliano passare Fores, mentre Davies sorpassa sia Van Der Mark che il nostro Lorenzo Savadori su Aprilia. Davies velocissimo vuole tornare nelle prime posizioni, ma perde il posteriore e scivola con la moto di Van Der Mark che gli finisce addosso. Rientrano entrambi in pista, ma Davies è costretto a rientrare ai box perdendo punti preziosi per la classifica pur mantenendo il terzo posto provvisorio. Al giro numero 3 Giugliano è in terza posizione grazie anche ad una imbarcata di Alex Lowes che perde terreno, Giugliano cerca di recuperare sulle Kawasaki già fuggitive e a 1.5” di vantaggio. Gara monotona, solo nelle retrovie si nota la rimonta di Van Der Mark che risale fino alla 15° posizione, nonostante la moto danneggiata. Intorno al giro numero 8 Johnatan Rea inizia a prendere le misure al compagno di squadra e a cercare i settori dove è avvantaggiato, questo fa avvicinare Giugliano che arriva a circa un secondo dai due leader. La gara si fa intensa nel gruppo che lotta per il 5° posto e che vede in sorpassi e contro sorpassi Lorenzo Savadori, Jordi Torres, Lowes e Nicky Hayden, mentre Van Der Mark sale fino alla posizione numero 12. A 5 giri dal termine Rea in un doppio interno/esterno trova il sorpasso a Sykes, pulito e perfetto con linee precise la sua verdona è scorrevole, Rea ne ha di più e cerca subito un po’ di gap.

La gara finisce con l’impennata sul traguardo per la vittoria di Johnatan Rea su Kawasaki con il tempo di 33’38.497”, secondo il suo compagno di squadra Tom Sykes su Kawasaki con un ritardo di 2.963 “ e terzo il nostro Davide Giugliano su Ducati con un ritardo di 6.356”. Il giro veloce è il giro numero 2 di Alex Lowes con il tempo di 1’35.165” e la velocità di 159,865 km/h.

Gli italiani concludono al 5° posto per Lorenzo Savadori su Aprilia, al 9° posto Nicolò Canepa su Yamaha, al 13° posto il sanmarinese Alex De Angelis su Aprilia, al 17° posto Fabio Menghi su Ducati. Ritirato Gianluca Vizziello su Kawasaki.

Al traguardo i protagonisti sono Johnatan Rea felicissimo della vittoria, vista la giornata difficile di sabato. In gara 1 ha dovuto stare davanti e gestire, in gara 2 ha lasciato gestire la gara a Tom e consumato meno gomme per poi attuare l’attacco finale. Fa gli auguri a suo papà, perché in Inghilterra oggi si festeggiano i papà; Tom Sykes fa i complimenti a Johnny, ma è un gran peccato non aver potuto vincere la gara, non ha gestito bene la moto e le gomme e non era molto a suo agio con la Kawa. Da lunedì lavorerà con la squadra per sistemare i piccoli problemi da mettere a punto, il campionato è lungo e lui vuole migliorare; Davide Giugliano è soddisfatto a metà. Era convinto che prima o poi le Kawa avrebbero rallentato, ma sono velocissimi entrambi i piloti. Ha fatto fatica negli ultimi 5 giri, ma è comunque felice del podio che dedica a Fabrizio Pirovano e alle sue figlie presenti a Misano.

1. Johnatan Rea KAWASAKI 33’38.497″
2. Tom Sykes KAWASAKI + 2.963″
3. Davide Giugliano DUCATI + 6.356″
4. Xavi Fores DUCATI + 11.691″
5. Lorenzo Savadori APRILIA + 15.164″
6. Nicky Hayden HONDA + 15.248″
7. Jordi Torres BMW + 15.587″
8. Alex Lowes YAMAHA + 17.276″
9. Nicolò Canepa YAMAHA + 20.082″
10. Michael Van Der Mark HONDA + 23.832″
11. Anthony West KAWASAKI + 25.004″
12. Roman Ramos KAWASAKI + 28.020″
13. Alex De Angelis APRILIA + 29.703″
14. Joshua Brookes BMW + 40.695″
15. Karel Abraham BMW + 56.679″

Segui la classifica completa su : http://www.sportpervoi.it/sbkclassifica2016

Il prossimo appuntamento con la Superbike è per il weekend del 09-10 Luglio 2016 per il Gran Premio d’America sul Circuito di Laguna Seca.

 

 

(Foto motoblog.it)

Ileana Valente

fotografo, articolista, seo, copywriter, editor