hamilton fa tutto da solo Hamilton fa tutto da solo 16222 motorlat hungarian gp 2020 lewis hamilton wins half wet half dry hungary gp v35 620x330
Hamilton fa tutto da solo

Hamilton fa tutto da solo

Hamilton fa tutto da solo

Hamilton fa tutto da solo – 13.09.2020 – Formula 1 Pirelli Gran Premio Della Toscana Ferrari 1000 2020 – Autodromo Mugello – Inizia il nono round della Formula 1, sul Circuito del Mugello, a Scarperia, che ci offre 5.245 metri di asfalto, 6 curve a sinistra e 9 a destra, oltre al lungo rettilineo di partenza-arrivo di 1.141 metri. La gara è asciutta, c’è un bel sole caldo. In gara 20 piloti di diverse nazionalità.

hamilton fa tutto da solo Hamilton fa tutto da solo 16222 motorlat hungarian gp 2020 lewis hamilton wins half wet half dry hungary gp v35 300x200

Hamilton fa tutto da solo

Tre safety car, due bandiere rosse e troppi incidenti !

La Pole Position del sabato viene vinta dal pilota Lewis Hamilton su Mercedes con il tempo di 1.15.144”, al secondo posto si piazza Valtteri Bottas su Mercedes con un ritardo di 0.059″ e al terzo posto Max Verstappen su Red Bull con un ritardo di 0.365″. Seguono Alexander Albon con l’altra Red Bull, Charles Leclerc su Ferrari e Lance Stroll su Racing Point.

La Gara. Semaforo del Mugello veloce, si infila bene Valtteri Bottas su Mercedes e Charles Leclerc su Ferrari adesso a curva 1 il primo è Lewis Hamilton su Mercedes, ma dietro subito si gira Carlos Sainz su McLaren che viene colpito da Sebastian Vettel su Ferrari, si innesca un contatto tra Romain Grosjean su Haas, Pierre Gasly su Alpha Tauri, Kimi Raikkonen su Alfa Romeo tampona Max Verstappen su Red Bull che si insabbia, che però riesce a tornare in pista e Safety Car subito dopo poche curve e adesso diversa sabbia in pista portata da Grosjean. Rientra subito Vettel e monta gomma bianca per arrivare alla fine, ovviamente rientra in ultima posizione. Si riprende al giro 6 con bandiera verde con Bottas, Hamilton, Leclerc, Aleksander Albon con la Red Bull, Lance Stroll con l’altra Racing Point, Daniel Ricciardo su Renault, Sergio Perez su Racing Point, Lando Norris su McLaren, Daniel Kvyat su Alpha Tauri e Esteban Ocon su Renault; Vettel è 18°. Al via di nuovo Safety Car sul rettilineo nuovo un incidente nelle retrovie tra Sainz, Antonio Giovinazzi su Alfa Romeo, Kevin Magnussen su Haas e Niko Latifi su Williams. Non finisce così perché è bandiera rossa.

Si riparte dopo 45 minuti circa con 50 giri ancora da effettuare, manca Ocon per un surriscaldamento ai freni e opta per il ritiro. Procedura normale: meccanici in pit-lane e ci si schiera dalla griglia di partenza dopo il warm up lap dai box. Fumano i freni anteriori di Hamilton, semaforo velocissimo, davanti in tre con le due Mercedes e LeClerc, poi Stroll seguito da Perez. Passa Hamilton esterno su Bottas, dietro Leclerc, Stroll e Perez, Ricciardo, Albon, Norris, Kvyat e Raikkonen; Vettel è 13° e ultimo. In mezzo giro Hamilton ha preso già più di un secondo sul compagno di squadra e +4″ sulla Ferrari. Giro 12 Vettel sul rettilineo prende la posizione 12 su Grisjean. Giro 16 deve soffrire Leclerc con Stroll sul codone, il pilota della Racing Point è più veloce e tenta di passare la Ferrari, ma Leclerc chiude e tiene la posizione; dietro Vettel passa interno nel cambio di direzione Raikkonen. Giro 18 esterno Stroll è più veloce e si infila al terzo posto, dietro Leclerc deve guardarsi dall’arrivo di Ricciardo e di Albon – la Ferrari non va – e anche Ricciardo esterno passa davvero senza alcuna difficoltà, non termina il giro e arriva anche Albon, esterno anche lui gira intorno alla rossa e passa. Giro 20 davanti Hamilton ha +1.8″ su Bottas che ne ha quasi dieci su Stroll e +11.5″ su Ricciardo. Giro 21 c’è anche Perez su Leclerc, adesso il monegasco è 7°, ma non finirà qui. Giro 22 rientra ai box Leclerc cambio gomme, monta le bianche e rientra in ultima posizione, 13° posto per lui. Giro 27 Leclerc si prende la posizione di Grosjean, ma adesso davanti a Raikkonen a +6″ di vantaggio. Davanti Hamilton ha +2.1″ su Bottas e +16.7″ su Stroll tallonato da Ricciardo che al giro successivo rientra per il pit-stop e rientra in 8° posizione, rientra anche Raikkonen e Leclerc guadagna una posizione, ora il pilota si trova dietro Vettel che ha 3.5″ di vantaggio su di lui. Giro 29 rientra Vettel e gomme bianche anche per lui, sale in 9° posizione Leclerc, mentre Vettel rientra 11°.

Giro 30 – metà gara – finiscono i pit-stop adesso la classifica provvisoria vede Hamilton a +5.5″ su Bottas, ma il finlandese deve rientrare nel giro successivo per problemi ai suoi pneumatici, cambio gomme con la bianca e rientro in 3° posizione. Hamilton conduce con +26″ su Albon, +31.5″ su Bottas, ma rientra Hamilton e cambia la bianca, pit stop velocissimo e rientra in testa, dietro di lui rientra Albon. Giro 33 Hamilton ha +7″ su Bottas, +19″ su Ricciardo e +22″ su Stroll; Leclerc è 8° e Vettel è 11°. Giro 38 altro giro ai box per Leclerc e monta la gomma gialla, torna in pista 11° dietro l’altra Ferrari di Vettel. Giro 45 è di nuovo Safety Car per Stroll che finisce contro le paratie, si ricompatta tutto il gruppo, ma è di nuovo bandiera rossa.

Si riparte dopo circa mezz’ora con ancora 13 giri da effettuare con Hamilton, Bottas, Ricciardo, Albon, Perez, Norris, Kvyat, Leclerc, Russell, Vettel, Raikkonen, Grosjean tutti in fila dietro la safety car per un warm up lap, semaforo verde numero 3 piuttosto lento, si riparte e Ricciardo si prende la posizione di Bottas e cerca l’attacco su Hamilton, ma è secondo, Bottas e poi Perez che viene passato da Albon. Le ferrari sono in 10° posizione con Leclerc e in 11° posizione Vettel. Non termina il giro e alla San Donato Bottas si riprende la posizione di motore sulla Renault per inseguire Hamilton che ha già +1″ di vantaggio. Ci prova Ricciardo a recuperare su Albon, ma deve lasciare il primo podio al pilota della Red Bull. La Ferrari chiude il GP numero 1000 con l’8° posto di Leclerc e il 10° posto di Vettel

I 59 giri vengono vinti da Lewis Hamilton su Mercedes, al secondo posto Valtteri Bottas su Mercedes e al terzo posto Alexander Albon con l’altra Red Bull. L’arrivo è in base all’ultima ripartenza effettuata.

1. Lewis Hamilton Mercedes  17.30.074”
2. Valtteri Bottas Mercedes  + 4.880”
3. Alexander Albon  Red Bull  + 8.064”

Il giro veloce è il numero 58 di Lewis Hamilton su Mercedes con il tempo di 1.18.833” e la velocità di 239.518 km/h.

 

Segui la classifica aggiornata su :  QUI

Controlla il calendario 2020 : QUI

 

Prossimo appuntamento con la Formula Uno sarà per il weekend del 27 Settembre con la decima prova sul Circuito di Sochi per il Gp di Russia, Formula 1 VTB Russian Grand Prix 2020.

 

Foto motorlat.com

Ileana Valente

fotografo, articolista, seo, copywriter, editor