ottaviani e bernardi dominano imola Ottaviani e Bernardi dominano Imola 443433 CfakepathAND4291 620x330

Ottaviani e Bernardi dominano Imola

Ottaviani e Bernardi dominano Imola

Ottaviani e Bernardi dominano Imola – 05/06.09.2020 – Al via il Round 5/6 del Campionato Italiano Velocità, il CIV, categoria Supersport 600, con il GP di Imola sul circuito dell’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari, che ci offre 4.909 metri di asfalto, 13 curve a sinistra e 9 a destra, oltre al rettilineo di partenza-arrivo. Giornate di sole caldo a Imola, ci sono 32 gradi nell’aria e 45 gradi sull’asfalto in gara1 e 32 gradi nell’aria e 42 gradi sull’asfalto in gara2. Sulla pista ci sono 17 piloti in Gara1 e 18 piloti in Gara2.

ottaviani e bernardi dominano imola Ottaviani e Bernardi dominano Imola GAS Racing Team 1 1024x682 1 300x200

La SSP 600 fa sempre spettacolo !

La Pole Position viene vinta da Luca Ottaviani su Kawasaki con il tempo di 1.52.353” ottenuto nel secondo turno di qualifiche. Seguono Luca Bernardi su Yamaha, Marco Bussolotti su Yamaha, Massimo Roccoli su Yamaha, Roberto Mercandelli su Honda e Davide Stirpe su MV Agusta. Stefano Valtulini su Kawasaki è solo 10°.

Gara 1 al sabato. Semaforo senza attesa, a curva 1 si inserisce per primo Marco Bussolotti su Yamaha ma Massimo Roccoli con la Yamaha si prende subito la posizione, Luca Bernardi su Yamaha, Fuligni, ma è Bernardi subito che va in testa su Roccoli, Luca Ottaviani su Kawasaki, Roberto Mercandelli su Honda, Filippo Fuligni su Yamaha, Livio Loi su Kawasaki, Davide Stirpe e la MV Agusta, Alessio Finello su Yamaha e Matteo Ciprietti su Yamaha, Stefano Valtulini su Kawasaki. Non termina il primo giro che cambiano subito le posizioni, all’ultima curva perde l’anteriore e cade Bussolotti che era secondo dietro Bernardi ora a circa 1″ di vantaggio su Ottaviani, Mercandelli, Roccoli, Fuligni, Stirpe, Loi; dietro Valtulini risale fino alla posizione numero 9. Giro 2 cade subito anche Fuligni che perde il posteriore alle Acque Minerali; mentre davanti Bernardi continua velocissimo. Giro 4 Bernardi se ne è andato da solo, dietro per il podio ci sono Ottaviani, Mercandelli, Roccoli e Stirpe, più lontano Loi che guida gli inseguitori. Il giro successivo vede Ottaviani e Mercandelli prendere un piccolo gap su Roccoli e Stirpe, ma la gara è lunga. Giro 7 Bernardi è sempre in testa, ma Ottaviani e Mercandelli recuperano e si portano a solo +1.5″ di ritardo, mentre Roccoli e Stirpe non possono competere per il podio, ma lottano per la posizione migliore.

Giro 8 – metà gara – Bernardi perde decimi preziosi e si porta a poco più di un secondo dai suoi inseguitori che sono velocissimi e lo vedono vicino. Giro 9 Ottaviani ha preso Bernardi, che lo passa facile a curva 2, mentre arriva anche Mercandelli…problemi per Bernardi che continua a guardare il posteriore…Sul rettilineo fuma la Yamaha di Bernardi che dopo qualche curva rallenta e si ferma, dietro cade Roccoli alla Variante Bassa. Giro 10 in testa ci va Ottaviani, poi Mercandelli e al terzo posto c’è adesso Stirpe, poi Valtulini e Loi. Intanto Roccoli è risalito in sella ed è 7° in recupero. Giro 11 Ottaviani in testa ha +1.7″ su Mercandelli che è più veloce e lontano Stirpe tranquillo in terza posizione a quasi 6″. A due giri dal termine Ottaviani ha preso +4″ su Mercandelli che ne ha 6″ su Stirpe.

Finiscono i 15 giri previsti con la vittoria di Luca Ottaviani su Kawasaki, al secondo posto Roberto Mercandelli su Honda e al terzo posto Davide Stirpe su MV Agusta.

1. Luca Ottaviani Kawasaki    28.26.409″
2. Roberto Mercandelli Honda + 6.266″
3. Davide Stirpe MV Agusta + 13.692″

Il giro veloce è stato il numero 3 di Marco Bussolotti su Yamaha con il tempo di 1.39.040” e con 153.611 km di media oraria.

Gara 2 alla domenica. Semaforo super veloce con i primi piloti che cercano la testa della gara, guida tutti Luca Ottaviani su Kawasaki, seguito da Roberto Mercandelli su Honda e Massimo Roccoli con la Yamaha, poi Luca Bernardi su Yamaha che passa subito su Roccoli, dietro al 5° posto Livio Loi su Kawasaki, Filippo Fuligni su Yamaha, Stefano Valtulini su Kawasaki, Marco Bussolotti su Yamaha e Davide Stirpe e la MV Agusta quasi con un secondo di ritardo. Non termina il primo giro e Bernardi si prende anche la seconda posizione trascinando dietro Roccoli, mentre Mercandelli è in difficoltà e viene ripreso da Loi e dal gruppo. Giro 2 Ottaviani perde il gap su Bernardi e Roccoli che sono attaccati, dietro arrivano Mercandelli, Fulilgni, Bussolotti, Loi, Stirpe, Matteo Ciprietti su Yamaha e Valtulini. Giro 3 ha preso le misure Bernardi e alla Tosa si infila e passa in testa cercando il gap sugli inseguitori. Dietro è lotta per le posizioni migliori di metà classifica. In un giro Bernardi ha dato più di un secondo a Ottaviani e Roccoli che vuole il secondo posto, visto che dietro arrivano guidati da Fuligni e Bussolotti. Giro 5 Bernardi se ne è andato da solo a +4″, dietro si sono riagganciati in gruppone dei cinque guidato da Ottaviani e Roccoli, poi Bussolotti, Fuligni e Stirpe.

Giro 8 – metà gara – Bernardi passa sul traguardo con quasi cinque secondi di vantaggio, dietro il gruppo di cinque per il podio vede Bussolotti che passa Roccoli, ha bisogno di punti per la classifica e in un paio di curve passa anche Ottaviani e si porta al secondo posto. Giro 9 cade Roccoli mentre era quinto insieme al gruppone per il podio, ora guidato da Bussolotti, poi Ottaviani, Valtulini, Stirpe, Fuligni e Mercandelli. Al giro successivo Bussolotti e Ottaviani sembrano aver staccato il gruppo guidato da Valtulini che è velocissimo ed è in super recupero, tirando dietro anche gli altri tre piloti con lui. Giro 12 la lotta per il podio si vivacizza con il sorpasso alla Variante Bassa di Stirpe su Valtulini che adesso punta Bussolotti e Ottaviani che si stuzzicano. Velocissimo Stirpe si porta in terza posizione su Bussolotti, l’attesa lo ha ripagato e ora punta Ottaviani, la gara è tutta per loro. Giro 13 Stirpe vuole il gradino numero due e si infila sulla Kawasaki senza problemi; dietro Valtulini passa Bussolotti interno e pulito. Ultimo giro Bernardi viaggia con + 6.1″ su Stirpe e Ottaviani, non molla Bussolotti che ha ripassato Valtulini, hanno un po’ mollato Mercandelli e Fuligni. La lotta è per il secondo e terzo gradino, si lotta alle Acque Minerali con sportellate, ne approfitta Stirpe per allungare, ora si litiga solo per il terzo posto, ma Bussolotti infila le ruote per primo, su Mercandelli, Ottaviani e Valtulini.

Finiscono i 15 giri previsti con la vittoria di Luca Bernardi su Yamaha, al secondo posto Davide Stirpe su MV Agusta e al terzo posto Marco Bussolotti su Yamaha.

1. Luca Bernardi  Yamaha  28.27.912″
2. Davide Stirpe MV Agusta + 4.731″
3. Marco Bussolotti Yamaha + 5.196″

Il giro veloce è stato il numero 4 di Luca Bernardi su Yamaha con il tempo di 1.52.725” e con 157.637 km di media oraria.

La Classifica Piloti

1. Luca Bernardi  Yamaha  116
2. Davide Stirpe MV Agusta 93
3. Stefano Valtulini  Kawasaki  85
4. Marco Bussolotti Yamaha 80
5. Roberto Mercandelli Honda  72

La Classifica Costruttori

1. Yamaha 135
2. Kawasaki 98
3. MV Agusta 93
4. Honda 72

 

Il prossimo appuntamento con la Supersport 600 del CIV è per il week end del 17/18 Ottobre 2020 sul Circuito di Vallelunga.

 

Segui il calendario CIV 2020 : QUI

 

 

Foto viverepesaro.it/newsrimini.it

Ileana Valente

fotografo, articolista, seo, copywriter, editor