quartararo apre la motogp Quartararo apre la MotoGP unnamed 1 512x330
Quartararo apre la MotoGP

Quartararo apre la MotoGP

Quartararo apre la MotoGP

Quartararo apre la MotoGP – 19.07.2020 – Gran Premio Red Bull de España – Al via il primo GP della stagione per la MotoGP valida per il Motomondiale 2020. Dopo il lontano GP del Qatar il primo weekend di marzo che la MotoGP non aveva disputato, si inizia con il GP di Spagna sul Circuito di Jerez de la Frontera nella regione dell’Andalusia, che ci offre 4.400 metri di asfalto, 5 curve a sinistra e 8 a destra, più un piccolo rettilineo di soli 607 metri disposto sulla griglia di partenza. Giornata di caldo, ci sono 32 gradi nell’aria e 53 gradi sull’asfalto, sulla pista ci sono 20 piloti di diverse nazionalità.

Out Rossi e Marquez !

Marquez ha riportato la frattura dell’omero destro!

La Pole Position al sabato viene vinta da Fabio Quartararo su Yamaha indipendente con il tempo di 1.36.705”, al secondo posto in griglia si piazza Maverick Vinales su Yamaha con un ritardo di 0.139”, mentre il terzo posto lo conquista Marc Marquez su Honda con un ritardo di 0.157”. Seguono Francesco Bagnaia su Ducati indipendente, Jack Miller su Ducati indipendente e Cal Crutchlow su Honda. Gli altri italiani sono indietro: Andrea Dovizioso su Ducati parte 8°, Franco Morbidelli su Yamaha indipendente parte al 10° posto seguito da Valentino Rossi su Yamaha.

La Gara. Non ci sarà Cal Crutchlow su Honda, dopo l’incidente e il trauma cranico non gli è stato dato l’ok dallo staff medico e non ci sarà Alex Rins su Suzuki, anche lui con una spalla lussata in Q2 ieri. Manca ancora Andrea Iannone il quale non ha ancora ricevuto la sentenza definitiva per il sospetto di doping.

Semaforo verde piuttosto lento, al primo tornante si infila in prima posizione Maverick Vinales su Yamaha dietro Marc Marquez su Honda e poi Fabio Quartararo su Yamaha indipendente, segue Jack Miller su Ducati indipendente e Francesco Bagnaia su Ducati, Brad Binder su Ktm e Andrea Dovizioso su Ducati, Pol Espargaro su Ktm, Franco Morbidelli su Yamaha indipendente, solo 10° Valentino Rossi su Yamaha e 12° Danilo Petrucci su Ducati. Non termina il giro e Miller si prende la terza posizione su Quartararo. Giro 2 subito lotta per la prima posizione tra Vinales e Marquez che passa dopo un paio di contro sorpassi e i primi due sembra no averne di più su Miller, Quartararo, Bagnaia e Dovizioso. E’ lotta dura tra i primi due e questo favorisce gli inseguitori che guardano e misurano. Giro 4 lungo fuori alla curva 4 Marquez, un super numero e tiene la moto in piedi !! Rientra in 17° posizione dietro il fratello Alex che passa alla prima curva e inizia il recupero. Ora al giro 5 passa in testa Vinales, poi Miller, Quartararo, Bagnaia, Dovizioso, Espargaro, Binder, Morbidelli e Rossi, poi Miguel Oliveira su Ktm e Petrucci. Non termina il giro e all’ultima curva Quartararo si prende la posizione numero 2 su Jack Miller, mentre Vinales ha 1″ di vantaggio su di lui, Marquez è già 12°. Fuori Binder che rientra in 18° posizione e quindi si sale di una. Giro 7 Vinales resta sul secondo di vantaggio e si tira dietro 6 piloti, mentre più òlontano in 8° posizione Rossi guida il secondo gruppo. Giro 8 Vinales largo alla 8  e si agganciano tutti, ha perso un bel secondo e ora si riapre tutto, mentre Marquez dietro è già 11° dietro Petrucci. Ultima curva e va di nuovo largo Vinales, lo passano in due Quartararo e Miller e adesso ha attaccate le Ducati di Bagnaia e Dovizioso.

Giro 13 – metà gara – Quartararo ha preso vantaggio di circa 1.3″ e cerca di fare il tempo su lui stesso, dietro è incognita per il podio tra i sei piloti che seguono e un Marquez che viaggia a suon di giri veloci ed è 8° avendo appena passato Rossi che non ne ha con questa Yamaha. Dietro Pol Espargaro si prende la posizione di Dovizioso, ma col motore Ducati Dovi passa di nuovo nella sua posizione. Giro 14 Dovi si prende la posizione di Bagnaia al 4° posto e vede il codone di Vinales, ma arriva Marquez che ha quasi preso Morbidelli in 7° posizione. Giro 15 davanti Quartararo fa l’andatura a +2.2″, mentre dietro i nostri italiani lottano per la migliore posizione, ma arriva il campione del mondo uscente. Giro 16 Marquez è attaccato a Morbidelli e Bagnaia e vede il podio poco distante, mezzo giro e passa su Morbido, alla curva successiva tocca a Pecco, Marquez è 6° !! Mancano 8 giri e Marquez ha davanti Espargaro e Dovizioso, lontano Quartararo ha quasi 4″ di vantaggio su Miller e Vinales. Giro 18 si ritira Valentino Rossi con evidenti problemi alle gomme, come da tutto il weekend; Marquez passa Espargaro e si approccia alla Ducati di Dovi. Non termina il giro e all’ultima curva Vinales passa Miller, mentre Marquez sul rettilineo passa Dovi, la Honda è troppo superiore. A 5 giri dal termine Quartararo è lontano, ma Vinales, Miller, Marquez, Dovi, Pecco e Morbido sono tutti insieme. Si infila interno lo spagnolo su Miller per la terza posizione sul podio e alla prima curva Miller rientra a si riprende la posizione, troppo veloce e preciso Marquez in contro sorpasso se ne va a cercare la seconda posizione di Vinales, davanti Quartararo è a più di 5″. Brutto colpo per la Honda !! Cade Marquez alla 3 con un brutto hi-side, moto distrutta e frattura per lui. Adesso Quartararo solo davanti, poi Vinales, Miller, Dovizioso, Morbidelli, Espargaro, Bagnaia, Oliveira e Petrucci. Due giri al termine e sembrano fatti i giochi, ma dietro per il podio Dovizioso entra su Miller, ci prova anche Morbido che rischia di cadere prendendo in pieno la Ducati di Miller, per fortuna entrambi in piedi. La gara finisce così e prima vittoria per Quartararo.

I 25 giri finiscono con la vittoria di Fabio Quartararo su Yamaha indipendente, al secondo posto Maverick Vinales su Yamaha e al terzo posto Andrea Dovizioso su Ducati.

1. Fabio Quartararo  FRA Yamaha  41.23.796″
2. Maverick Vinales SPA Yamaha + 4.603″
3. Andrea Dovizioso ITA Ducati + 5.946″

 

Gli altri italiani si piazzano :

5. Franco Morbidelli Yamaha ind
7. Francesco Bagnaia Ducati ind
9. Danilo Petrucci Ducati
Rit. Valentino Rossi Yamaha

 

Il giro veloce è stato il numero 11 di Marc Marquez su Honda con il tempo di 1.38.372″ e una velocità di 161.8 km/h di media.

 

Prossimo appuntamento con la MotoGP sarà nel weekend del 26 luglio ancora sul Circuito di Jerez de la Fronteira per il secondo Gp previsto e che si chiamerà Gp di Andalucia.

 

 

Ecco la classifica aggiornata : QUI

Consulta il calendario 2020 : QUI

 

 

 

Foto ruotate.altervista.com

Ileana Valente

fotografo, articolista, seo, copywriter, editor