usa le due ruote Usa le due ruote usa le due ruote slider 1920x700 1 620x330
Usa le due ruote

Usa le due ruote

Usa le due ruote

Usa le due ruote – 07.05.2020 – E’ scoccata alle 15.00 l’ora stabilita per il lancio della campagna #usaledueruote promossa da Ancma ed Eicma. In una conferenza stampa in streaming presieduta da Alessandro Re, addetto stampa di Eicma e con i relatori più importanti dell’Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori e di Eicma, si è parlato di come in questo periodo di crisi, il mondo delle due ruote ci può salvare, con il motto #mettiamo in sella.

Le due ruote che siano biciclette, biciclette elettriche, ciclomotori, scooter, moto, moto elettriche è in grado in questo periodo storico di darci una grossa mano con l’inquinamento, i parcheggi, le tempistiche, i consumi e soprattutto la sicurezza per la sicurezza sociale. In bici o in moto si va da soli per la maggior parte del tempo, ma non si è mai soli. Così il lancio del video di presentazione di questa campagna di sensibilizzazione che vede congiunti per obiettivi Confindustra/Ancma ed Eicma 2020.

Il primo intervento di Paolo Magri – Presidente Ancma – ha voluto sottolineare il messaggio unico di promozione istituzionale, di facilità nella mobilità per questa Fase2, per un utilizzo responsabile delle due ruote come strumento di distanziamento sociale, velocità negli spostamenti e facilità nei parcheggi. Alle 15.00 la pubblicazione del logo, del video di promozione “emozionale” e l’inizio della campagna.

Continua Giovanni Copioli – Presidente Fmi – che dopo essersi dichiarato solo un ospite nella conferenza (e a noi ha fatto molto piacere…) ci tiene a ribadire di aver contattato tramite mail il Governo, nella persona del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte con la richiesta di tenere in considerazione il mercato delle due ruote, di porvi attenzione e di trovare un mezzo comune per promuovere e risollevare il mercato che con la crisi sta perdendo circa il 97% degli introiti.

Accentua la promozione di #usaledueruote Diego Sgorbati – Vice Presidente Ancma – che riassume in due punti focali questa esperienza:

  1. La forza nella bontà di questa idea. Le due ruote quale soluzione alla mobilità distanziata e sostenibile, per il tempo libero, lo sport e la quotidianità;
  2. Questa non è una campagna pubblicitaria Ancma/Eicma, ma è una campagna degli associati. Ancma ed Eicma creano gli strumenti adatti per soddisfare le domande degli associati, dal più importante al più piccolo sul mercato, in quanto ognuno di essi è tessuto sociale ed economico per l’intero Paese. La speranza è che anche i media possano portare avanti questo messaggio di mettersi in sella.

Interviene Fabrizio Corsi – Product Planning & PR Manager di Yamaha Italia nonché sviluppatore di Eicma – amante delle due ruote da corsa, è orgoglioso di tutti coloro che usano le due ruote indistintamente. Ribadisce il rispetto verso gli altri, una mobilità sostenibile e veloce e la bellezza delle due ruote che donano serenità e rispetto. Nel logo si è costruito il senso assoluto delle due ruote come strumento quotidiano. Nel video che ci fa vedere per il lancio promozionale si distinguono delle frasi : la libertà come conquista della vita; la sicurezza come dovere; la solitudine come piacere, anche se soli non saremo mai in sella a due ruote.

In ultimo abbiamo chattato con i relatori e tra le domande più importanti ci sono state soprattutto quelle pratiche. Abbiamo saputo che al  momento il Governo non prevede incentivi per l’acquisto delle due ruote – a parte alcune voci su monopattini e biciclette elettriche di cui ancora non si sa nulla – né per eventuali rottamazioni; non si può ad oggi chiedere nulla perché il Governo sta cercando di incentivare le aziende, ma la visione al momento è molto pessimista; gli Euro3 non si sa che fine faranno, in quanto devono essere venduti gli Euro4 in giacenza/inveduti e che presto avranno la scadenza-temine, ma per i quali non si sa ancora nulla, c’è solo l’intento di prolungare la scadenza; se nelle grandi città si stanno preparando le piste ciclabili, si spera non siano in comune tra bici e moto e si spera non arrivino in competizione con il mondo delle quattro ruote, anch’esso in grave crisi; il mondo del ciclo e motociclo è sempre stato una cosa sola fin dai tempi in cui i produttori di bici, poi producevano anche motocicli e viceversa. Oggi è ancora più stretto il rapporto tra i due mondi racchiusi in una sola associazione : Confindustria/Ancma che è forte, coesa e racchiude un messaggio unico di benefici comuni, potenzialità e forte tessuto produttivo per l’industria italiana.

Un capitolo a parte è stato il discorso Eicma 2020. Il Presidente Magri ha assicurato che si farà a dicembre come ogni anno. Nel caso in cui il Coronavirus diventi un problema insormontabile, ci sarà un piano B e anche un piano C, ma spera davvero di poter effettuare la manifestazione come in passato. Il progetto 2020 sarà per un Salone magnifico e nonostante le defezioni di Bmw e Ktm annunciate un mese e mezzo fa con troppo anticipo, si cercherà di dare agli ospiti un bello spettacolo. In ogni caso con la cancellazione di Intermot a Colonia, in Germania ad ottobre, la situazione non è ancora chiara e nemmeno limpida.

Chiude gli interventi il Presidente FMI Copioli riguardo il settore sportivo. Più di un mese e mezzo fa aveva già scritto al Coni, a Sport e Salute e al Ministro per lo Sport Vincenzo Spadafora non solo per chiedere come muoversi per i settori sportivi delle due ruote, ma anche per sapere norme e regole riguardo concessionari, luoghi di produzione, impianti e mototurismo. Inoltre la stessa domanda è stata inoltrata anche al Dottor Giuseppe Pierro – braccio destro di Spadafora –  per avere risposta riguardo la possibilità di allenamenti indoor per bici e moto. Ad oggi non si è ottenuta alcuna risposta. Copioli ci ha tenuto a confermare il supporto della Federazione Motociclistica Italiana, nonché la sicura presenza ad Eicma 2020.

Restate connessi …

 

Foto eicma.it

Ileana Valente

fotografo, articolista, seo, copywriter, editor